«

»

Mag 07

Valdichienti Ponte-Porto Potenza

Un Porto Potenza senza paura tiene testa per gran parte della partita al Valdichienti Ponte, voglioso di non mollare nella sua rincorsa alla capolista Civitanovese, ma alla fine esce sconfitto per 4-2, risultato che non rende merito alla generosità dei rossoneri. La squadra di Carinelli ha cercato di sopperire con il coraggio alla supremazia tecnica dei ragazzi di Minuti, trascinati da un super Castellano autore di una tripletta. Con le solite pesanti assenze, cui si è aggiunta anche quella di Mascilongo, il tecnico ospite si è dovuto ancora una volta inventare una nuova formazione che però non ha sfigurato di fronte alla più quotata formazione di casa. L’inizio partita è da brivido per il Porto: già al 5° Castellano slalomeggia dopo un lancio di Polinesi e mette in rete. Quattro minuti dopo ancora una serpentina di Castellano, davvero imprendibile, ma stavolta il palo salva Caponi. Sembrerebbe l’inizio di una goleada, invece il Porto Potenza si rimbocca le maniche e al 15° pareggia: corner di Marco Giri dalla sinistra, Mariano Giri di testa trova il colpo giusto per battere Piergiacomi. Il Valdichienti Ponte perde alcune certezze ma ci pensa il solito Castellano a ridare entusiasmo ai suoi: al 33° il bomber inventa un tiro con la palla che accarezza il palo ed entra in rete. Cinque minuti dopo Castellano ci riprova ma stavolta Caponi è attento. Ad inizio ripresa il Porto Potenza potrebbe subito pareggiare ma Gregori, pescato da Marco Giri, manda fuori a due passi da Piergiacomi. I rossoneri credono nell’impresa ma al 68° arriva la doccia fredda: sugli sviluppi di un corner il Porto Potenza si fa trovare sbilanciato e Taglioni in contropiede non lascia scampo a Caponi. Al 76° però il Porto Potenza riapre il match: ancora un corner di Marco Giri, batti e ribatti in area locale con zampata vincente di Tanoni. La partita si innervosisce con l’arbitro che colpevolmente non riesce a controllarla, fino a quando all’85° un contatto Bingunia-Castellano viene punito dal direttore di gara con il rigore che lo stesso Castellano trasforma. Gli ultimi minuti di gara sono pura accademia, con il Valdichienti Ponte a godersi momentaneamente la vetta distante solo un punto (almeno per 24 ore) e il Porto Potenza infarcito di giovani destinato ad un mezzo miracolo per salvaguardare nelle ultime due partite un posto utile per spareggiare ai play-out.